Cookies Policy
X

This site uses cookies. By continuing to browse the site you are agreeing to our use of cookies.

I accept this policy

Find out more here

EIGHTEENTH CENTURY ELECTROSTATIC MEASURING DEVICES *

No metrics data to plot.
The attempt to load metrics for this article has failed.
The attempt to plot a graph for these metrics has failed.
The full text of this article is not currently available.

Brill’s MyBook program is exclusively available on BrillOnline Books and Journals. Students and scholars affiliated with an institution that has purchased a Brill E-Book on the BrillOnline platform automatically have access to the MyBook option for the title(s) acquired by the Library. Brill MyBook is a print-on-demand paperback copy which is sold at a favorably uniform low price.

Access this article

+ Tax (if applicable)
Add to Favorites
You must be logged in to use this functionality

image of Annali dell'Istituto e Museo di storia della scienza di Firenze
For more content, see Nuncius.

title RIASSUNTO /title

L'A. fornisce una panoramica dello sviluppo dei dispositivi di misura elettrostatici del 18 secolo, e fa rilevare la loro relazione col progresso stesso delle teorie elettrostatiche e con la tendenza contemporanea diretta ad una metodologia scientifica.

Sottolinea come la maggior parte di questi strumenti abbia subito una notevole evoluzione dopo il 1770. La maggior influenza su questo sviluppo stata data dall'approfondito studio dell'elettricit e dai tentativi di misurare e comparare la produzione dei differenti generatori elettrostatici.

Alla fine del 18 secolo l'interesse degli studi si sposta dai fenomeni elettrici a grande scala a quelli di piccola scala. Questo fatto esercita una radicale influenza sulla costruzione degli strumenti scientifici che diventano di sensibilit elevata. I vari tipi di strumenti sono stati classificati nella tav. 1.

L'A. rileva che nessuna tecnica di misura tipica si sviluppata in questo periodo soprattutto perch i fattori che influiscono sul funzionamento degli strumenti in esame non sono stati ben compresi. Elettrometri assoluti furono sviluppati soltanto da Kelvin ed altri dopo il 1850: questi costituiscono la seconda generazione degli strumenti elettrostatici di misura.

Affiliations: 1: Museum of the History of Science, University of Oxford

10.1163/221058778X00136
/content/journals/10.1163/221058778x00136
dcterms_title,pub_keyword,dcterms_description,pub_author
10
5
Loading
Loading

Full text loading...

/content/journals/10.1163/221058778x00136
Loading

Data & Media loading...

http://brill.metastore.ingenta.com/content/journals/10.1163/221058778x00136
Loading

Article metrics loading...

/content/journals/10.1163/221058778x00136
1978-01-01
2017-08-16

Sign-in

Can't access your account?
  • Tools

  • Add to Favorites
  • Printable version
  • Email this page
  • Subscribe to ToC alert
  • Get permissions
  • Recommend to your library

    You must fill out fields marked with: *

    Librarian details
    Your details
    Why are you recommending this title?
    Select reason:
     
    Annali dell'Istituto e Museo di storia della scienza di Firenze — Recommend this title to your library
  • Export citations
  • Key

  • Full access
  • Open Access
  • Partial/No accessInformation